Laboratorio di Moda Artigianale

venerdì 13 maggio 2011

cronistoria di una ricerca d'impiego o meglio (ora) cronaca della ricerca dell'impiego ideale...

mmmhhhh dove ero rimasta?
ah si l'ultimo post era dell'anno scorso....(come vola il tempo)...
bene una decina di giorni fa sono stata confermata a tempo indeterminato...quindi non faccio piu' parte dell'esercito dei precari....(fiuuuuuevvivaalleluia)....tuttavia.....
tuttavia...questo non e' l'impiego ideale....in quanto come gia' ampiamente lagnato in diversi post...faccio 9-18 dal lunedi al venerdi'....e la tittina la vedo pochissimo..per cui continuo a cercare ....e finire alle cinque sarebbe gia' un passo avanti.

parentesi

piccola soddisfazione della vita....l'anno scorso ho partecipato ad un concorso...per la formazione di una graduatoria per assistente amministrativo (a tempo determinato max 1 anno) al conservatorio della mia citta'....nota bene per assistente amministrativo serve il diploma (ragioneria o simili ovviamente) fattosta' che ho passato le prove e sono rientrata all'ultimo posto della graduatoria ...nona su nove ....e qui un po' mi inquieto....perche' per il punteggio la laurea vale 5 punti ed invece il mio curriculum di 20 anni di lavoro sul campo non vale niente?
vabbe' ...come detto nona su nove (partiti in un centinaio eh..), unica non laureata "in classifica", ... 3 persone che hanno preso nelle prove meno punteggio di me mi sono passate davanti per i 5 punti della loro laurea ....e vi assicuro che ho assistito a prove orali penose....e lo so sono polemica ma mi sembra che il metodo andrebbe rivisto....
mi sono davvero impegnata...per un mese e mezzo mi sono alzata alle 6 tutte le mattine per studiare (sempre lavorando non dimentichiamo), we sacrificati eccecc...pero' sono passata....e davanti ad uno stuolo di sbarbati (tie')
l'altro ieri mi chiama l'accademia di belle arti di venezia per offrirmi un lavoro part time....purtroppo solo 18 ore settimanali fino ad ottobre...e a venezia...da qui sono due ore di treno piu' il tempo da casa mia alla stazione e dalla stazione di venezia all'accademia...(un'altra oretta abbondante..) quindi ho dovuto declinare ...pero' sono le piccole soddisfazioni di chi al posto pubblico non c'era mai arrivata (mea culpa...perche' anni fa non avevo voglia di far niente...deficiente che non ero altro)
...tutto questo per dire che??
ops ah si ...avevo aperto la parentesi...adesso la chiudo.....
niente ...dicevo che essendo alla ricerca dell'impiego ideale continuo a guardarmi in giro
....domenica mando il cv ad una casa editrice in seguito al loro annuncio....
beh martedi' mi chiamano...(!!!)
per un'amante dei libri come la sottoscritta...e' il paradiso....

possibile che la prima cosa che mi chiedono e':
- lei ...ha figli?

mavaffanculo......
e.

ma non mi do per vinta ...!!!(battuta per gli ascoltatori del ruggito del coniglio)

4 commenti:

helena frontini ha detto...

Qua in Portogallo la situazione è molto difficile. Io, per fortuna, lavoro nello stesso collegio da 19 anni a 7 minuti da casa. Però, però, se avessi più tempo per i bricolage sarebbe l'ideale. Chi me l'ha detto di scegliere di essere professoressa e di dovere portare lavoro e tanto lavoro a casa?!!!

Chiara/gioiecolori ha detto...

purtroppo il mondo del lavoro sta diventando una giungla, anzi una guerra fra poveri... anch'io potrei raccontarne tante... ma non deprimiamoci, anzi, proseguiamo caparbiamente...
saluti e complimenti per il tuo blog super colorato!
Chiara
:)

Stefania ha detto...

...va sempre peggio! Io mi sono presa una pausa di quasi 5 anni dal lavoro per crescere i miei figli e non me ne pento affatto. Ho avuto la fortuna di essere reintegrata nell'organico della mia redazione anche se ammetto che visto quanto mi rende, questo lavora da giornalista, non può proprio essere chiamato lavoro! Ovviamente sono grata al giornale per avermi ripresa tra le fila del gruppo ma... i guadagni sono ridicoli e ci si arrangia in mille modi!

Anonimo ha detto...

Mi sono rotto, io mi sono rotto
non ho più voglia di abitare lo Stivaletto
non ha più senso rimanere grazie di tutto
aspetto ancora fine mese poi mi dimetto

Tanto il mio lavoro è inutile, diciamo futile
essenzialmente rimovibile, sostituibile
regolarmente ricattabile, il mio lavoro
è bello come un calcio all'inguine dato da un toro

Il mio lavoro è roba piccola fatta di plastica
che piano piano mi modifica, mi ruba l'anima
dice "il lavoro rende nobili" non so può darsi,
sicuramente rende liberi di suicidarsi

e io mi sono rotto, io mi sono rotto,
non ho più voglia di abitare lo Stivaletto
non ha più senso rimanere grazie di tutto
aspetto ancora fine mese poi mi dimetto

Precario il mondo, precario è il mondo
flessibile la terra che sto pestando
atipica la notte che sta arrivando
volatile la polvere che si sta alzando

Precario il mondo, precario è il mondo
non è perenne il ghiaccio che si sta sciogliendo
non è perenne l'aria e si sta esaurendo
e d'indeterminato c'è solo il Quando

Precario il mondo si finchè è normale
ma sembra ancora più precario questo stivale
che sta affondando dentro un cumulo di porcheria
e quelli che l'hanno capito vedi vanno via

e invece tu non l'hai capito, non l'hai capito
e stringi i denti dietro un tavolo dentro a un ufficio
senza nemmeno avere il tempo di guardare fuori
così non vedi che già cambiano tutti i colori

e intorno a te la gente si agita, si muove sempre
qualcuno grida è una protesta che nessuno sente
non c'è un futuro da difendere solo il presente
e anche di quello di salvabile c'è poco o niente

amore mio non ci resisto, io non ci resisto
vorrei convincerti a raggiungermi ma non insisto
tu riesci ancora a non vedere solo il lato brutto
io invece ho smesso devo andare, grazie di tutto.

Precario il mondo, precario è il mondo
flessibile la terra che sto pestando
atipica la notte che sta arrivando
volatile la polvere che si sta alzando

Precario il mondo, precario il mondo
non è perenne il ghiaccio e si sta sciogliendo
non è perenne l'aria e si sta esaurendo
e d'indeterminato c'è solo il Quando

E allora il tempo si fermerà
improvvisamente
e chi si stava amando potrà
amarsi per sempre

E allora il tempo si fermerà
improvvisamente
e chi si stava odiando dovrà
odiarsi per sempre

(D.Silvestri)... bye bye Enza